Login Registrati

Risultati Campionati Italiani Ultimate 2016

Risultati Campionati Italiani Ultimate 2016
 

Verrà ricordata come la stagione degli dei che cadono e dei pronostici ribaltati. Le finali CIU2016, ottimamente organizzate a Cremona dai Kiss My Disc, consegnano agli annali verdetti inattesi e capovolgimenti praticamente in tutte le categorie. Sintomo chiaro di un movimento frisbeestico che sta crescendo e si sta evolvendo.

A scricchiolare, in questo caso, è il dominio storico di Bologna: sponda La Fotta per la Open Serie A, e Cusb Shout in campo Women. Arrivano proprio dalle due massimi campionati, infatti, le prime grandi sorprese.

Per quanto riguarda la Open A, i pentacampeones de La Fotta hanno dovuto cedere il passo alle nuove leve cresciute all’ombra della Garisenda e degli Asinelli. Il titolo di campioni d’Italia è così passato di mano ai concittadini RedBulls, che nella finale hanno dettato legge. Devastante l’accelerazione impressa a metà del primo tempo, con i Tori capaci di strappare un doppio break ai detentori del titolo e andare al riposo sull’8-5.
La reazione dei campioni in carica non è arrivata, e per i RedBulls è stato facile consolidare e difendere il vantaggio fino al 15-10 del fatidico “time is over”.

E’ servito invece lo Universe point a determinare la caduta delle Cusb Shout, defender della categoria Women. A spodestare le ragazze di coach Morri dal trono sul quale sedevano da tre stagioni, sono state le Mirine di Fano, al loro primo tricolore.

La finale è stata combattuta punto a punto, con le campionesse in carica in vantaggio di un punto fino allo scadere del tempo. Ma la meta conclusiva delle marchigiane ha ristabilito l’equilibrio proprio all’ultimo respiro (11-11), così la sfida scudetto si è decisa allo Universe. A prevalere è stata la “fame” delle Mirine, capaci nel momento clou di strappare anche il break decisivo.

In entrambi i casi, Open A e Women, il titolo nazionale è stato accompagnato dalla supremazia nello Spirit of the Game: il riconoscimento alle formazioni più corrette e più preparate sul regolamento è stato infatti vinto da RedBulls e Mirine, per una doppietta che a livello statistico ha ben pochi precedenti. Le due squadre campioni d’Italia chiudono le finali CIU anche con i premi agli MVP: Luca Tognelli per i RedBulls e Federica Greco per le Mirine.

Non sono mancate le sorprese nemmeno nella Open Serie B. Se la regular season aveva consegnato i  favori dei pronostici a BeeFree Torino e Doneky Divers Milano, Bubba Brescia e Voladora Parma hanno avuto il merito di essere riusciti a sovvertirli. Sono stati infatti i bresciani ad aggiudicarsi la scalata alla massima serie, seguiti dagli emiliani che hanno beffato Torino nella finale per il secondo biglietto di andata per la A.

Il titolo Spirit è andato invece ai riminesi Gremlins, che solo per un decimo di punto hanno sopravanzato i RedBulls2.

In C protagonisti assoluti i padroni di casa di Cremona, autori di una doppia sorpresa. La prima dovuta al risultato di sabato fra Pirates Viareggio e Ufo Trento, che li ha proiettati inaspettatamente al terzo posto nella regular season. I Kiss My Disc hanno poi saputo approfittare del tabellone più favorevole per approdare in semifinale prima e in finale poi, dove (seconda sorpresa) hanno inflitto ai Discover Verona l’unico stop dell’anno. Gli scaligeri si sono però rifatti regolando agevolmente i toscani nella finale bis, portando a casa non solo la promozione ma anche il miglior punteggio SOTG della categoria.

La Open D si è confermata dominio assoluto degli ExtraDry Venezia, i quali hanno concluso il campionato confermando lo “zero” nella casella delle sconfitte ai danni dell’altra finalista, i Cota Vietcong di Rimini. Proprio i riminesi si aggiudicano il secondo pass per la categoria superiore, seguiti dai Barbastreji Junior di Padova.
I BeeFree 2 di Torino portano in Piemonte lo Spirit Of The Game con un ottimo 12 complessivo: è il miglior punteggio fra tutte le squadre dei CIU! Complimenti!

E’ calato il sipario anche sulla Open Under17, che ha visto incoronare i Cota Vietcong quale migliore squadra. Alle spalle dei romagnoli si sono piazzate Cusb History One Bologna e i Fly Down di Como.

Chiuso il capitolo delle gioie, passiamo ai dolori, ovvero a chi scende di categoria.

A salutare la Open A sono le Mucche Bergamo e Flying Bisc Prato, mentre le porte della C si sono schiuse per i 45Giri Forlì e Barbagianni di Padova.

La Open C invece non prevedeva retrocessioni alla serie inferiore, in quanto c’è la volontà della Fifd di riportare a 10 squadre il numero delle iscritte (anche in previsione di un aumento delle realtà che la prossima stagione si schiereranno al via della D).

 

Ora l’attenzione si sposta sui tornei estivi, ma soprattutto sulle nazionali.

Ora l’attenzione si sposta sui tornei estivi, ma soprattutto sulle nazionali. Non dimenticate di sostenere i colori azzurri, contribuendo alle spedizioni di Londra per i Mondiali Senior, Wroclaw (Polonia) per quelli U20, e a Gent (Belgio) per gli Europei U17.


Allegati